Geremia 43

[1]    [2]    [3]    [4]    [5]    [6]    [7]    [8]    [9]    [10]    [11]    [12]    [13]    [14]    [15]    [16]    [17]    [18]    [19]    [20]    [21]    [22]    [23]    [24]    [25]    [26]    [27]    [28]    [29]    [30]    [31]    [32]    [33]    [34]    [35]    [36]    [37]    [38]    [39]    [40]    [41]    [42]    [43]    [44]    [45]    [46]    [47]    [48]    [49]    [50]    [51]    [52]   

GEREMIA 43:1 Quando Geremia finė di riferire a tutto il popolo tutte le parole del Signore loro Dio - tutte quelle parole per cui il Signore lo aveva inviato a loro -

GEREMIA 43:2 Azaria figlio di Osaia e Giovanni figlio di Kāreca e tutti quegli uomini superbi e ribelli dissero a Geremia: ĢUna menzogna stai dicendo! Non ti ha inviato il Signore nostro Dio a dirci: Non andate in Egitto per dimorare lā;

GEREMIA 43:3 ma Baruch figlio di Neria ti istiga contro di noi per consegnarci nelle mani dei Caldei, perche ci uccidano e ci deportino in Babiloniaģ.

GEREMIA 43:4 Pertanto Giovanni figlio di Kāreca e tutti i capi delle bande armate e tutto il popolo non obbedirono all'invito del Signore di rimanere nel paese di Giuda.

GEREMIA 43:5 Cosė Giovanni figlio di Kāreca e tutti i capi delle bande armate raccolsero tutti i superstiti di Giuda, che erano ritornati per abitare nella terra di Giuda da tutte le regioni in mezzo alle quali erano stati dispersi,

GEREMIA 43:6 uomini, donne, bambini, le principesse reali e tutte le persone che Nabuzaradān, capo delle guardie, aveva lasciate con Godolia figlio di Achikām, figlio di Safān, insieme con il profeta Geremia e con Baruch figlio di Neria,

GEREMIA 43:7 e andarono nel paese d'Egitto, non avendo dato ascolto alla voce del Signore, e giunsero fino a Tafni.

GEREMIA 43:8 Allora la parola del Signore fu rivolta a Geremia in Tafni:

GEREMIA 43:9 ĢPrendi in mano grandi pietre e sotterrale nella mota nel quadrato dei mattoni all'ingresso della casa del faraone in Tafni, sotto agli occhi dei Giudei.

GEREMIA 43:10 Quindi dirai loro: Dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Ecco, io manderō a prendere Nabucodōnosor re di Babilonia, mio servo; egli porrā il trono su queste pietre che hai sotterrate e stenderā il baldacchino sopra di esse.

GEREMIA 43:11 Verrā infatti e colpirā il paese d'Egitto, mandando a morte chi č destinato alla morte, alla schiavitų chi č destinato alla schiavitų e uccidendo di spada chi č destinato alla spada.

GEREMIA 43:12 Darā alle fiamme i templi degli dei d'Egitto, li brucerā e porterā gli dei in esilio; ripulirā il paese di Egitto come un pastore pulisce dai pidocchi il mantello; poi se ne andrā tranquillo.

GEREMIA 43:13 Frantumerā gli obelischi del tempio del sole nel paese d'Egitto e darā alle fiamme i templi degli dei d'Egittoģ.